A Scuola da John Vignola 38 - Vasco Rossi a Modena

Articolo: A scuola da John Vignola 38 – Vasco Rossi a Modena

A scuola da John Vignola 38:

Vasco Rossi è l’ultimo rocker?

A Scuola da John Vignola 38 - Vasco Rossi a Modena

Per una volta possiamo dire che l’esibizione di Vasco Rossi al Modena Park è stata una festa. Nessun tafferuglio, una maratona pacifica per i posti migliori. Un concerto senza fine che rivaleggia (per durata) con quelli di Bruce Springsteen. Chi c’era fin dalla mattina può testimoniare che le prove superavano di gran lunga l’esibizione ufficiale, complici i contrattempi della diretta Rai , che qualcuno in rete ha scambiato per un concerto dal vivo di Paolo Bonolis.

A scuola da John Vignola 38 - Vasco Rossi a Modena

Vasco Rossi come Iggy Pop: performer così non se ne fanno più

Fra tutte le considerazioni possibili riguardo al concerto, una appare fondamentale. Il Vasco Rossi che predica pace e amore davanti ai suoi fan radunati a Modena (e in alcuni cinema sparsi per l’Italia) sembra pericolosamente interpretare l’ultimo rocker sulla faccia del pianeta Italia. Così come Iggy Pop rappresenta l’ultimo punk in azione nell’universo. Impossibile, anzi dannoso (e Bonolis ne sa qualcosa), chiedergli frasi sensate o ricordi nitidi su se stesso. Ciò che conta è che Vasco, qui e ora, unisce pacificamente quelli che credono in lui e anche quelli che lo vedono con un qualche distacco. E che, tuttavia, non possono negare la sua energia e la sua sincerità. Come non possono negare la sua capacità di rivolgersi al proprio “popolo” come ai fedeli non di una religione, ma di un modo di vivere semplice e diretto. Senza padroni e con la voglia di divertirsi finché si può.

A scuola da John Vignola 38 - Vasco Rossi a Modena

Iggy Pop

John Vignola non vede un nuovo Vasco Rossi all’orizzonte

Sotto questo aspetto Vasco è inattaccabile. Bene apprezzare le sue canzoni, alcune delle quali sono indiscutibili. Ancora meglio seguire un concerto come questo, facendosi però poche illusioni sul futuro. Non tanto sul futuro di Vasco, che ormai ripete se stesso anche meglio dei Rolling Stones, ma sulla possibilità che una cosa di nome rock ha oggi di creare nuovi “profeti” alla sua “altezza”. Di questi tempi un figlio di camionista e di casalinga che volesse fare il cantante, il rocker, il trascinapopolo dovrebbe necessariamente lasciar perdere.

You may also like...

Lascia un commento!