Concerto Childish Gambino

Concerto: Childish Gambino @ AccorHotels Arena

Childish Gambino live all’ AccorHotels Arena di Parigi, 27 marzo 2019.

Lo scorso settembre Donald Glover aka Childish Gambino si era infortunato sul set di This Is America. L’infortunio gli è costato il rinvio del tour europeo, con la data parigina spostata dal 30 ottobre al 27 marzo. Completamente ripreso e in gran forma fisica, il suo concerto all’ AccorHotels Arena viene aperto da Gabi Wilson alias H.E.R. Bella voce, ottima band, H.E.R. scrive e interpreta un R&B moderno e, per il palato di chi scrive, troppo zuccherino, nonostante un talento innegabile. Un set abbastanza lungo intrattiene il pubblico, poi una pausa pure più lunga del consueto certamente necessaria per preparare il palco che accoglie la performance di Childish Gambino.

Concerto Childish Gambino

Da Donald Glover a Childish Gambino

Il look dell’ultimo Childish Gambino è molto lontano da quello del Donald Glover di Atlanta. Dismessa l’aria da ragazzo sospeso fra college e streetlife, Glover si presenta con barba e capelli ispidi, con qualche traccia chiara, a torso nudo e pantaloni bianchi. Insomma il look di This Is America, ma con un’aria da guru che lì si intravedeva soltanto.

Una scenografia interessante per un concerto fuori dall’ordinario

Nel buio i laser percorrono la sala, poi le note di Atavista durante le quali il nostro rimane immobile su una colonna scura illuminata da un raggio di luce chiara.

Concerto Childish Gambino

La scenografia scelta dalla produzione è peculiare. Childish Gambino passa il concerto su una serpentina che attraversa la prima parte della sala, mentre il palco ospita due schermi con luci e immagini, e talvolta una fila di ballerini. La band è ai piedi del palco (qualcosa di simile si era visto nella stessa AccorHotels Arena con Kendrick Lamar), tranne un a solo del chitarrista che lo vede montare sopra. È una scelta interessante, che consente a Childish Gambino di mantenere un rapporto più stretto con il pubblico. Fra il quale evidentemente ama immergersi, come si vede nelle due ‘fughe’ che compie lungo i corridoi laterali della platea.

Il rapporto fra Childish Gambino e il pubblico

Il pubblico è da subito caldissimo. Evidentemente si tratta di fan che hanno seguito la molto specifica ascesa di Donald Glover in equilibrio fra cinema, tv e musica. “Tonight we are at the Church” dice lui, mentre parte con Algorythm, chiedendo al pubblico di dimenticare il telefono. Non tutti lo ascoltano, è evidente, ma certo si tratta di un pubblico propenso a farsi coinvolgere, ballare e cantare, più che passare il tempo a ‘condividere’ (si fa per dire) l’evento sui social.

Concerto Childish Gambino

Bella atmosfera, quindi, che diventa euforica con Summertime Magic. Molti i brani di Awaken, My Love! (Stand Ball, Boogieman, Have Some Love, Riot, Terrified), che nella versione live ancora più che in studio mostrano l’influenza di Funkadelic e dintorni.

This Is America, una novità e poi i bis

C’è anche spazio per canzoni dei dischi precedenti, in modo particolare da Because The Internet, e naturalmente per This Is America che infiamma la sala e chiude la prima parte del concerto. Non prima però di aver proposto un nuovo brano, Human Sacrifice, dal groove futuristico che sembra aprire una nuova strada. I bis partono con Sober, dall’EP del 2014 Kauai, e raggiungono il momento migliore con V.3005 e IV.Sweatpants da Because The Internet dove Childish Gambino torna rapper e non cantante, e infine una trionfale Redbone che farebbe saltare anche i morti.

Childish Gambino come performer

Concerto impeccabile, che porta ad alcune considerazioni sulle molte anime di Glover / Gambino. Se il successo planetario è stato raggiunto con Awaken, My Love!, magari sulla scorta di Atlanta, Childish Gambino non è un grande cantante. Ha un bel falsetto e interpreta bene, però non ha una voce in grado di trasformarlo in un soul man all’altezza della tradizione. È certamente un rapper migliore, come dimostra proprio nel finale del concerto, ma soprattutto è un performer eccezionale. Decisamente, è questa la sua dimensione unica, quella in cui converge anche la capacità d’attore. Con tutti i ballerini o gli strumentisti o le luci, l’attenzione non può che focalizzarsi su di lui durante il concerto.

Concerto Childish Gambino

Le strane movenze di This Is America sono riproposte in un concerto che si presenta come una vera performance, nella quale entra in comunione con il pubblico come pochi sanno fare.

L’ultimo atto per Childish Gambino?

Per chi come me era entrata curiosa nell’AccorHotels Arena, ma non completamente convinta dalla produzione musicale di Childish Gambino, è una piccola rivelazione. Una chiave per interpretare un percorso artistico e un successo peculiari nella scena contemporanea, interamente meritati, in attesa di conoscere quali saranno (alla luce delle voci che circolano) le sue mosse future.

print

Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.