Breton Warroomstorie

BRETON – WAR ROOM STORIES (Cut Tooth / Believe Recordings – 2014)

Breton Warroomstorie

Dance, pop e molto altro nella musica dei Breton.

Per un collettivo di ex squatters londinesi che incidono a Berlino dopo che il loro squat è andato distrutto, i Breton di War Room Stories suonano davvero pop, dance e accessibili. Ma si sa: gli anni ‘00 sono all’insegna del crossover e dunque non è il caso di stupirsi o tantomeno dispiacersi, dal momento che questo disco è uno fra i più gradevoli di questo primo bimestre 2014. Il singolo Envy, all’inizio delle dieci canzoni, è uno dei momenti migliori e anche una specie di manifesto del suono della band: canto leggermente in sordina (ma già molto meno del loro primo Other People’s Problems), cambi di ritmo e crescendo trascinanti; a sostegno, in diversi tratti, nientemeno che l’Orchestra nazionale della Macedonia!

Una band che convince

S4 rallenta, ma la formula non cambia fino alla conclusiva cavalcata di Fifteen Minutes. I Breton viaggiano dalle parti dei Foals meno magniloquenti, pur mantenendo un’identità ben distinta. Se War Room Stories non fa gridare al capolavoro è perché non ha picchi assoluti; al contempo, la sua forza risiede in una compattezza e in uno standard compositivo sempre elevati. Alla fine è una settimana che l’ascolto e ancora non accenna a stancare: che dire di più?

7,8/10

print
Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: