Chairlift Moth 2016 2480x2480

CHAIRLIFT – MOTH (Columbia – 2015)

Chairlift Moth 2016 2480x2480
 

di Mauro Carosio
 
Terzo appuntamento con il duo di Brooklyn attivo dal 2008, ma che si concede con parsimonia nell’attesa di trovare il ritornello giusto per diventare la next big thing del pop mondiale. Neanche stavolta ci riescono. Moth è un disco troppo elegante e ricercato per scalare le chart, mentre funziona per un pubblico che ha voglia di cimentarsi con un sound più originale e di avanguardia. La linea melodica è la giusta evoluzione dei primi due lavori, Does You Inspire You (2008) e  Something (2012), arricchita dalle recenti esperienze della cantante Caroline Polachek con personaggi del calibro di Beyoncé e Blood Orange. Dieci nuovi brani quindi ben costruiti, consistenti e arrangiati alla perfezione che attraversano più generi spaziando dal r’n’b al synth pop in una miscela alquanto stravagante e coraggiosa. Due brani più orecchiabili ci sono: Romeo e Ch-Ching, ma si vede che i Chairlift si applicano di più quando vogliono sperimentare e qui danno il meglio in Crying In Public e No Such Thing As Illusion, dove al già stravagante complesso euritmico aggiungono anche una vena minimalista spiazzante. Un po’ troppo impegnativi?
 
 7/10
Romeo
 
print
tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.