chelsea wolfe the abyss

Chelsea Wolfe – The Abyss (Sargent House – 2015)

chelsea wolfe the abyss

Il Goth di Chelsea Wolfe torna a far vittime con The Abyss

Elenco parziale degli allegroni che vengono in mente ascoltando Chelsea WolfeThe Abyss: Black Sabbath (primo album), Siouxsie (periodo goth), Death In June, Björk, Nico, Julia Holter, God Machine, Einstürzende Neubauten. E anche l’aspetto da sorella di Marilyn Manson non invita alla letizia…

chelsea wolfe 2

In realtà, più che ascoltarla, Chelsea Wolf è un’artista che si affronta. La si affronta consapevoli del suo fascino e della sua problematicità. Come l’amico/a che ti fa piacere incontrare, però sai che ti attaccherà un pippone tremendo sull’ultima sua sciagura sentimentale, esistenziale, creativa.

Chelsea Wolfe – The Abyss

In questo quarto album la musicista californiana parte sulfurea, tonante e parecchio metal con effetti  cinematogafici che fanno pensare al solito Lynch, a Cronenberg e ogni tanto a Chucky la Bambola Assassina (volendo, è un complimento). Tutta la prima parte vive di quest’aura di gotica autoimportanza, dopodiché il disco svolta verso un ambito meno plateale, forse più sentito e di certo più umano, come se l’amico/a di cui sopra, placata la rabbia, passasse  a ossianiche osservazioni di carattere universale.

La sequenza Grey Days/ After The Fall/ Crazy Love è realmente ammaliante, grazie anche a qualche spazio vuoto al posto del gran pieno di inizio disco. Poi ritorna il massimalismo e si finisce con il gocciolio ansiogeno della title-track, perfetto esempio di dolore che è bellezza (dal titolo del disco precedente) e che resta, forse volutamente forse no, a metà strada fra il truce e il trendy.

7/10

print

Antonio Vivaldi

Written by

Giornalista musicale di pluriennale esperienza, ha collaborato con Rockerilla, Musica!, XL e Mucchio Selvaggio. Ha tradotto per Giunti i testi di Nick Cave, Nick Drake, Tom Waits, U2 e altri. E' autore di monografie dedicate a Oasis, PJ Harvey e Cranberries e del volume "Folk inglese e musica celtica". E' stato uno dei curatori della riedizione, nel 2017, degli album di Rino Gaetano. Fa parte della giuria del Premio Piero Ciampi. Si occupa di eventi di vario tipo dedicati alla musica rock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.