Fiumani

FEDERICO FIUMANI – UN RICORDO CHE VALE DIECI LIRE (Diaframma – 2014)

Fiumani

di Renato ‘Campominato’

Verso la metà degli anni ottanta, dal grande calderone musicale italiano influenzato dal punk e dalla new wave britannica, emersero alcuni nomi della cosiddetta scena fiorentina legati all’etichetta discografica IRA.Tra questi anche i Diaframma che tra il 1984 e il 1988 pubblicarono tre pietre miliari della wave italiana: Siberia, Tre Volte Lacrime e Boxe.

httpv://www.youtube.com/watch?v=O3U3Zd1ix6k

Successivamente quello che a tutti gli effetti si poteva considerare un duo composto dal chitarrista e autore Federico Fiumani e dal cantante Miro Sassolini, si sciolse proprio quando a molti sembrava avviato verso una lunga e gloriosa carriera. Fiumani continuò mantenendo il nome del gruppo e appropriandosi anche del ruolo di cantante, cosa che divise i seguaci dei Diaframma tra chi la considerò come l’unica strada possibile per dare la giusta intensità ed un senso compiuto alle proprie composizioni e chi lo trovò troppo poco dotato (per essere generosi) vocalmente per reggere il confronto con la bellissima e potente voce dell’ormai ex compagno. Per questi ultimi (tra questi anche chi scrive) da In Perfetta Solitudine, uscito nel 1990, in poi l’ascolto dei numerosi album di Fiumani/Diaframma è stato carico d’interesse per quel che riguarda le parti musicali e le liriche (per alcune delle quali non a sproposito si può parlare di poesia), avvilente per come venivano storpiate da quell’inconsueto modo di cantare e pieno di rammarico pensando a quello che sarebbero potuti diventare con la voce di Sassolini.

httpv://www.youtube.com/watch?v=MYYfQH0frro

Poco di nuovo in questo Ricordo Che Vale Dieci Lire oltre ad un Fiumani che questa volta si cimenta, accompagnato da Alessandro Grazian, nell’interpretazione non particolarmente originale di una serie di brani di cantautori italiani come  Battisti, Dalla, Conte, De Gregori, Bennato, Endrigo, Tenco… a cui pare sia particolarmente legato (lo sottolinea anche la firma dell’album con il proprio nome),  che sicuramente continuerà a dividere chi la considererà un’inutile raccolta con atmosfere da sagra canora di periferia e i numerosi estimatori che hanno supportato questo progetto  tramite il crowdfunding, un sistema molto interessante in forte espansione, e di certo non ne resteranno delusi.

httpv://www.youtube.com/watch?v=CNdPDUk_UFQ

5/10

Seguiteci su Facebook:

https://www.facebook.com/pages/TomTomRock/564881650275629

https://www.facebook.com/groups/282815295177433/

e su Twitter:

https://twitter.com/Tomtomroc

print
tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.