holy-fire

FOALS – HOLY FIRE (Warner Bros – 2013)

holy-fire

di Marina Montesano

Il terzo disco dei Foals è presumibilmente destinato a divenire un hit, almeno in Inghilterra, e a segnare una svolta definitiva nella vita del quintetto di Oxford. Affacciatisi sulla scena nel 2008 con Antidotes, i Foals offrivano una formula indebitata con il post-punk dalle tendenze funk-dance e assimilabile almeno in parte alla proposta di gruppi quali Wild Beasts e These New Puritans. Due anni dopo, Total Life Forever prendeva una piega più decisamente pop, lasciando spazio tuttavia anche a brani introspettivi, come il primo singolo Spanish Sahara. Il nuovo Holy Fire è un altro affare ancora, come si capisce dall’ascolto dei due primi brani (se non si calcola il Prelude iniziale) che sono poi anche i singoli: Inhaler e My Number sono infatti entrambi ballabili e dotati di una melodia che entra subito in testa; la produzione è di alto livello e insomma si capisce che i Foals sono ormai pronti a compiere il grande salto e ad affermarsi al di fuori del circuito indipendente. Non è una critica, perché ai primi ascolti Holy Fire sembra un disco più centrato e omogeneo dei precedenti e, sebbene non tutti i brani siano al livello dei singoli, siamo dinanzi a una band con una personalità e un suono interessanti.

7,4/10

 httpv://www.youtube.com/watch?v=QRR_pvZcu-o

Foals – My Number

print

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.