Lorde-Pure-Heroine

LORDE – PURE HEROINE (Virgin EMI – 2013)

Lorde-Pure-Heroine

Pure Heroine. L’esordio di Lorde

Avere diciassette anni, esser stata scoperta in un talent show e finire prima nella classifica USA: non una garanzia di qualità, nell’insieme; eppure il fenomeno-Lorde merita che se ne parli. Al contrario di altre giovanissime con un curriculum simile, la neozelandese non punta su formule tipiche del pop mainstream: niente hooks giganteschi, ammiccamenti, orchestrazioni pompate.

Le influenze di Lorde

Siamo invece di fronte a un prodotto che sembra avere due modelli: Lana Del Rey (un’influenza già evidente dall’iniziale Tennis Court) e l’hip-hop virato al dubstep che domina tutte le basi di Pure Heroine, il che significa portare in cima alle classifiche americane un suono per queste non del tutto consueto, sul quale si distendono i testi anch’essi non scontati di Lorde, virati sui medesimi toni malinconici della musica.

Royals brilla su Pure Heroine

L’unico problema può essere una certa uniformità dell’insieme, nel quale niente arriva a eguagliare l’immediatezza del primo successo Royals, anche se tutto scorre davvero gradevolmente e senza cadute di tono. Una diciassettenne neozelandese scoperta in un talent show e transitata direttamente in testa alle classifiche USA avrebbe potuto fare peggio, tanto peggio di così.

Lorde - Pure Heroine
7,6 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

 

You may also like...

Lascia un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: