loretta lynn margo price

LORETTA LYNN – FULL CIRCLE (Legacy – 2016) / MARGO PRICE – MIDWEST FARMER’S DAUGHTER (Third Man Records – 2016)

loretta lynn margo price

Un’anziana regina del country e una sua (possibile) erede al trono

di Raimondo Bignardi

Quando mi sono state proposte queste due recensioni, ho nicchiato pensando che le due signore appartengono a un genere, il Nashville country, che non è proprio il mio preferito. Sono più per i texani o folksinger del Nord o gli outsider come Marlon Williams (meraviglioso!). Tuttavia mi ha incuriosito la somiglianza tra il titolo dell’album di Margo, Midwest Farmer’s Daughter, e il titolo della canzone più famosa di Loretta, Coal Miner’s Daughter. Approfondendo, ho notato che Margo è nata il 14 aprile 1983 e Loretta il 14 aprile 1932, quindi se avessi scritto queste righe qualche giorno fa (il 13 aprile, ad esempio), Margo, nata ’83, avrebbe avuto 32 anni e Loretta, nata ’32, ne avrebbe avuto 83 e il giorno dopo avrebbero entrambe compiuto gli anni. Credete alle coincidenze? Qui sembra impossibile non farlo…

Un ideale passaggio di testimone: Loretta, una carriera infinita, “the queen of country”, chiude il cerchio con un album di successi ed evergreen, tra cui Whispering Sea (come lei stessa afferma nell’intro, la sua prima composizione), Blackjack David, Always On My Mind, In The Pines. Interpretati con una voce così fresca da avere del miracoloso, sessionmen perfetti come da tradizione e due ospiti di eccezione, Elvis Costello (backing vocals in Everything It Takes), e Willie Nelson (duetto in Lay Me Down), scorrono tredici brani in puro Nashville-style che soddisferanno gli amanti del genere.

httpv://www.youtube.com/watch?v=dfZxnILzN4c

Loretta Lynn (with Willie Nelson) – Lay Me Down 

Margo, look aggressivo–romantico, tatuaggi, cappellone e qualche trascorso burrascoso, incide il suo primo album solo (che è anche il primo album country della Third Man di Jack White) ai Sun Studios di Memphis Tennessee. E c’è tanto di Loretta in queste canzoni; ovviamente si sentono anche influenze più moderne, i soliti Townes Van Zandt, Dwight Yoakam, Emmylou Harris, ma il disco procede proprio nella tradizione nashvilliana con undici brani che la propongono come “the next queen of country”, tra cui segnalerei Desperate And Depressed e Tennessee Song.

14/20 da dividere equamente

httpv://www.youtube.com/watch?v=pYruToGfQcA

Margo Price – Desperate And Depressed

P.S.: Vale la pena ricordare la cover italiana di Everybody Wants To Go To Heaven di Loretta Lynn, ingiustamente dimenticata, Tutti Vogliono Andare In Cielo Ma Nessun Vuol Morir di Mario Zelinotti (1967).

print
tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.