marlon williams

MARLON WILLIAMS – MARLON WILLIAMS (Dead Oceans – 2016)

marlon williams 

di Raimondo Bignardi

Neozelandese, nato nel 1990 a Christchurch. Primo album solista dopo lavori precedenti con vari gruppi. Nove canzoni, meno di 35 minuti di superbo country-pop.
Repertorio molto tradizionale con sei brani suoi e tre cover. La voce di Marlon è eccellente, un bel tenore alla Peter Rowan, che passa con indifferenza dal country incalzante (Hello Miss Lonesome) al pop (Dark Child), dalla ballata acustica (Lonely Side Of Her) al Nina Simone blues (When I Was A Young Girl). Il suo stile si ispira ai grandi del passato, Gene Pitney, Roy Orbison, Hank Williams, la stessa Nina Simone, ma con gusto e personalità del tutto nuovi. L’impressione è di sentire cose già sentite fatte come vanno fatte. Ottime anche le backing vocals, con coloriture che vanno dal country al gospel, alla musica sacra. I brani sono orecchiabili ma non scontati, belli già dal primo ascolto.
In conclusione un disco che piacerà molto a chi si è nutrito per decenni di country e folk, ma potrebbe essere un buon approccio per le giovani leve che si avvicinano per la prima volta ad un genere che da almeno venti anni non sforna veri talenti.

8/10

httpv://www.youtube.com/watch?v=8Jnm7gUIYjA

Strange Things

print

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!