Alice In Chains – Rainier Fog
BMG – 2018

Recensione: Alice In Chains – Rainier Fog

La storia degli Alice In Chains, simbolo del grunge.

Alice In Chains – Rainier Fog

BMG – 2018

Gli Alice In Chains sono stati e rimangono una delle band simbolo del grunge, nel loro caso virato verso metal e stoner. Sono di Seattle, sono apparsi nel film Singles, al quale hanno anche prestato uno dei loro brani più famosi, Would?, sono stati decimati da due morti tragiche. Quella del cantante Layne Stanley nel 2002 e quella del bassista Mike Starr nel 2011. Insomma, hanno il profilo perfetto per rappresentare un movimento musicale che ha prodotto molti bei dischi ma anche molti funerali. E i toni funerei agli Alice In Chains non sono mai mancati, come anche questo Rainier Fog dimostra.

Gli Alice In Chains ancora in piedi grazie a Jerry Cantrell

Il cuore degli Alice In Chains è sempre stato il chitarrista Jerry Cantrell. A lui si devono i riff granitici della band, nonché l’averla traghettata fino al presente. Con a fianco il veterano batterista Sean Kinney, e i nuovi Mike Inez al basso e William DuVall alla voce. Un compito ingrato che DuVall divide con lo stesso Cantrell, riproducendo armonie non poi lontane da quelle storiche firmate Stanley/Cantrell. Con DuVall il chitarrista/vocalist è decisamente a suo agio, al punto che le due voci si distinguono a fatica.

Rainier Fog

Rainier Fog prosegue in un cammino naturale per gli Alice In Chains. Il disco è composto da dieci canzoni abbastanza lunghe che accentuano le caratteristiche doom, stoner e metal della band. Ritmi generalmente lenti, riff atmosferici e le due voci che si echeggiano.  Il singolo, nonché brano d’apertura, The One You Know, suona come un manifesto. Mentre la title track rende omaggio alla scena originaria di Seattle: Mount Rainier è infatti la vetta principale dello stato di Washington.

 

Verso la metà di Rainier Fog, Deaf Ears Blind Eyes e Maybe rompono la compattezza a tratti eccessiva e offrono buoni spunti melodici, al pari della lunga All I Am che chiude il disco. Difficile chiedere di più agli Alice In Chains odierni. Restano un punto di riferimento per coloro che amano un suono che ha fatto scuola. E se Rainier Fog non guadagnerà loro nuovi fan, certo non delude i vecchi.

Alice In Chains – Rainier Fog
7,3 Voto Redattore
4 Voto Utenti (1 voto)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.