Recensione: Anderson. Paak – Oxnard
Aftermath/12 Tone Music, LLC - 2018

Recensione: Anderson .Paak – Oxnard

Torna Anderson. Paak, uno fra i musicisti più versatili di questi ultimi anni.

Recensione: Anderson. Paak – Oxnard

Aftermath/12 Tone Music, LLC – 2018

Il talentuoso cantante/rapper/compositore/batterista californiano torna dopo il brillante Malibu con questo Oxnard. Non che sia mani andato via davvero, perché fra tour e collaborazioni Anderson .Paak è stato una presenza costante di questi ultimi anni, intento a consolidare la sua fama di soul e funky man. Oxnard va nella stessa direzione, con alti e bassi che tuttavia non minano quanto di buono visto sinora.

Oxnard: un disco con molti ospiti

Oxnard allinea quattordici canzoni e un sacco di ospiti di peso. Ci sono Kendrick Lamar, Pusha-T, Q-Tip, J. Cole, Snoop Dogg, Dr. Dre, tanto per ricordare i più noti. Al pari di Malibu, Anderson .Paak mette insieme composizioni dense di ritmo e calde: non è difficile immaginare la sua California (ascoltare Anywhere). Qualche tocco psichedelico (Saviers Road), più presente agli esordi, non fa difetto. I brani più riusciti sono quelli in cui la vena funky  viene fuori al meglio. È il caso della bellissima Tints con Kendrick Lamar, giustamente scelta per lanciare il disco.

6 Summers, con diversi riferimenti all’attuale presidente USA, è anche ben riuscita – divisa in due parti entrambe buone. Per duettare con Pusha-T, Anderson. Paak elabora un ottimo brano soul, Brother’s Keeper.

Non tutto in Oxnard convince

Non tutto è altrettanto brillante su Oxnard, e questa è la differenza fondamentale rispetto a Malibu. Alcuni momenti del nuovo disco suonano come dei riempitivi senza eccessiva personalità, e questo è un peccato, dal momento che Anderson. Paak non è davvero un autore qualunque. Può darsi che l’iperattivismo del quale abbiamo detto abbia in qualche modo pesato. Niente che nel complesso possa minare quanto Anderson. Paak ha fatto di buono, anzi di ottimo sinora, giusto la necessità di curare più attentamente e con maggiore costanza musiche e testi. Fosse il disco di un esordiente, Oxnard sarebbe notevole. Conoscendo il suo autore, ci si può attendere anche di più.

Anderson .Paak – Oxnard
7.5 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: