Denzel Curry – ZUU
Loma Vista - 2019

Recensione: Denzel Curry – ZUU

Quarto disco per Denzel Curry.

Denzel Curry – ZUU

Loma Vista – 2019

Celebrato fra le nuove leve del rap americano, Denzel Curry approda con ZUU al quarto LP. Un risultato non da poco visto che ha solo 24 anni. D’altra parte il primo disco l’ha realizzato quando era ancora a scuola, mentre con il precedente TA13OO si è messo in luce raggiungendo ottimi risultati con la critica e un buon posto nelle classifiche. Chiaro che per ZUU ci fosse attesa. Il titolo è il nomignolo con il quale è noto il quartiere nel quale è nato, ossia Carol City, nel distretto di Miami, che ha dato i natali a diversi rapper. Uno fra questi, Rick Ross, appare su una delle tracce, Birdz.

ZUU: un disco per Miami

ZUU è in effetti dedicato a Miami. Il Leitmotiv sotteso ai testi è il crescere nella città conosciuta per le feste, il sole, le spiagge, ma anche per una criminalità rampante: “Come take a look at my city and its culture / City full of vultures, city full of Zoes / City full of gangsters that’s stickin’ to the code”.  Qualche cliché ma anche un buon intreccio di realismo e fantasia informano le rime di Denzel Curry, portandolo una spanna sopra la media.

I beats e le tracce di Denzel Curry – ZUU

Per quanto concerne i beats, una buona parte della produzione è affidata al duo australiano Finatik N Zac (o FNZ), che hanno collaborato con tanti rapper delle nuove generazioni, a partire da ASAP Rocky. Tuttavia, il momento migliore, Speedboat, è firmato insieme a Curry da Rugah Rahj. Le atmosfere di ZUU variano da momenti psichedelici nella linea dell’ultimo Travis Scott ad altri più hardcore. Denzel Curry emerge come un rapper interessante, dotato di un flow di buona qualità.

 

Non tutti i brani di ZUU però fanno centro. Oltre la già citata Speedboat, l’apertura con la title-track, Ricky e soprattutto Wish colpiscono positivamente. La seconda metà del disco invece lascia meno entusiasti. Soprattutto, con trenta minuti scarsi inclusi un paio di intermezzi (Bushy B interlude sarebbe stato una buona traccia: peccato) si raccoglie l’impressione di un disco solido ma ancora non al livello delle migliori uscite nel settore.

Denzel Curry – ZUU
7 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.