Ex:Re - Ex:Re
4AD - 2018

Recensione: Ex:Re – Ex:Re

Elena Tonra dei Daughter si racconta con la sigla Ex:Re.

Ex:Re - Ex:Re

4AD – 2018

Il break-up album è un sottogenere molto diffuso in ambito pop. Esistendo un’ampia saggistica al riguardo, basterà qui citare un dolente caposaldo del settore quale Blood On The Tracks di Bob Dylan (*), da poco  ristampato in edizione ampliata (More Blood More Tracks) . In anni recenti i dischi della separazione sembrano avere conosciuto una rinnovata fortuna, forse direttamente proporzionale a un generale incremento di sfortune sentimentali. Per fare della modesta sociologia, viene da chiedersi se nell’epoca della paura si abbia paura anche dell’amore.

Il progetto Ex:Re

Fatto sta che a breve distanza da Mission Bell di William Fitzsimmons (sotto-sottogenere: divorce album) ecco arrivare Ex:Re. Per decodificare la strana sigla occorre sapere che la pronuncia è la stessa di X-Ray, ovvero Raggi X, ovvero la radiografia di un disastro sentimentale (**). La radiologa di se stessa è Elena Tonra, cantante e coautrice dei Daughter.

I dolori della giovane Elena

Già nei due album con il gruppo la musicista londinese aveva esplorato situazioni umane drammatiche quali la demenza senile (Doing The Right Thing) o l’autoreclusione domestica (How). (***) Nulla di strano che, trovandosi a sperimentare il dolore su se stessa, abbia saputo elaborarlo in modo specifico: “Nonostante l’album sia stato scritto per una persona, sovente parla dello spazio senza questa persona”.

Il punto è che Ex:Re è un disco molto bello, a prescindere dal tema e dai soliti discorsi sulla musica come  elaborazione del dolore, della rabbia o della confusione. Un disco di sicuro dolente e con i suoi momenti di rabbia e confusione e persino con qualche allucinazione, ma senza sbavature di trucco emotivo, come se le lacrime si fossero già asciugate. Se ascoltando il già citato lavoro di Fitzsimmons viene spontaneo confortarne l’autore, nei confronti di Elena/Ex:Re il sentimento che si delinea brano dopo brano è una partecipe ammirazione.

La musica di Ex:Re

L’ammirazione si estende anche alla parte musicale. Nei Daughter il suono risulta fin troppo perfettino, come alla ricerca di una dimensione in stile Muse crepuscolari o shoegazers con ambizioni da classifica. Qui invece l’ensemble che accompagna Tonra (in cui spicca la violoncellista Josephine Stephenson) mette sempre l’unico suono giusto nell’unico posto giusto e non si percepisce mai il bisogno di qualcosa di più. E le melodie sono a loro volta essenziali e, al tempo stesso, toccanti. In questo senso, e non solo per la voce increspata di Elena, un paio di paragoni plausibili sono quelli con i Portishead, per l’acuminata nitidezza dei sentimenti, o con la Lisa Hannigan  più recente per l’dea di un pathos mai plateale.

E adesso, dopo aver perso un innamorato e averne guadagnati diverse migliaia, Elena Tonra può tornare ai Daughter.

(*) Nel libro Chronicles Dylan sostiene che Blood On The Tracks è ispirato ai racconti di Anton Cechov. E aggiunge “Se i critici hanno pensato fosse autobiografico bene così”. Fonte: Uncut, dicembre 2018.

(**) Un’altra interpretazione della sigla Ex:Re è “Referencing: Ex”.

(***) Entrambe le canzoni sono accompagnati da video di grande intensità. Doing The Right Thing è stata anche testo del mese di Tomtomrock 

Ex:Re - Ex:Re
8,1 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Antonio Vivaldi

Written by

Giornalista musicale di pluriennale esperienza, ha collaborato con Rockerilla, Musica!, XL e Mucchio Selvaggio. Ha tradotto per Giunti i testi di Nick Cave, Nick Drake, Tom Waits, U2 e altri. E' autore di monografie dedicate a Oasis, PJ Harvey e Cranberries e del volume "Folk inglese e musica celtica". E' stato uno dei curatori della riedizione, nel 2017, degli album di Rino Gaetano. Fa parte della giuria del Premio Piero Ciampi. Si occupa di eventi di vario tipo dedicati alla musica rock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.