Grand Corps Malade - Plan B Recensione
Caroline Records - 2018

Recensione: Grand Corps Malade – Plan B

Grand Corps Malade e la canzone francese.

Grand Corps Malade - Plan B Recensione

Caroline Records – 2018

Se nel disco precedente Grand Corps Malade aveva chiamato in causa la canzone francese, grazie alle collaborazioni con nomi del calibro di Renaud e Charles Aznavour, in questo Plan B vira anche a Oriente e offre uno fra i sui dischi più vari. Lo slam degli esordi è superato. Grand Corps Malade muta la palette dei suoi colori e passa dal rap allo slam alla canzone cantautoriale. Il titolo si riferisce all’attività di musicista, dal momento che, prima di un grave incidente, Grand Corps Malade aveva un ‘piano A’ come sportivo.

Nuove tentazioni orientali percorrono Plan B

Il tono lo offre subito Acouphène che torna sul tuo passato fra ricordi familiari, amicali, sportivi. “Les acouphènes de nostalgie”, come li chiama. Au Fer Rouge richiama la guerra in Siria e i migranti del Mediterraneo.

 

L’accompagnamento musicale del brano ci dà la prima apertura di Plan B verso l’Oriente. Gli stessi scenari ritornano in J’Suis Pas Rentré con Rachid Taxi. In altri momenti Grand Corps Malade ricorre alle atmosfere sobrie che gli sono più consuete. Fra questi Charades su una base di piano è molto riuscita. Un discorso a parte merita 1000 Vies che alterna i versi sobri a un hook che conquista subito. Forse il momento migliore del disco.

I testi di Grand Corps Malade

Come sempre, i testi di Grand Corps Malade sono di prima scelta, nonché parte essenziale dell’offerta. Forse da qui l’idea di metterli ancora più in evidenza in un paio di episodi nei quali canta con un accompagnamento di chitarra. Come Patrick, che richiama Brassens. Oppure Tu Peux Deja. Sono però i momenti che convincono meno. Grand Corps Malade ha una bellissima voce grave che rifulge nello slam, mentre alle prese con il canto sembra poco flessibile.

La nuova scena di Francia

Nell’insieme però questo Plan B, vario com’è, dovrebbe accontentare un po’ tutti. E certamente propone Grand Corps Malade come protagonista della nuova scena francese nella quale i generi della canzone tradizionale si mescolano con le atmosfere hip-hop e la world music. Non è per caso che il pubblico lo ha premiato insieme alla nuova star Eddy de Pretto, il cui Cure ha scalzato Plan B dalle posizioni alte delle classifiche. Niente male, le classifiche in Francia.

Grand Corps Malade - Plan B
7,5 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: