Irmin Schmidt - Klavierstücke
Mute Records - 2018

Recensione: Irmin Schmidt – Klavierstücke

Indimenticabile nei Can, lo è altrettanto l’Irmin Schmidt solista.

Irmin Schmidt - Klavierstücke

Mute Records – 2018

Sto per spegnere il mac, mi viene voglia di risentire il nuovo disco di Irmin Schmidt, classe 1937, ex Can. Blocco la chiusura al volo, lo metto su. Parte la traccia Klavierstücke I.
L’ho sentito e risentito, non è un disco da un ascolto e via, ho avuto bisogno di masticare più volte i suoni e gli spazi tra uno e l’altro.
Non riuscivo a capire esattamente cosa mi smuovesse. Perché qualcosa smuove, c’è poco da fare.

Klavierstücke, un disco che scandisce il tempo

Ho realizzato. È questione di tempo, non i 4/4, non quello meteorologico.
Ogni traccia scandisce, in modo quasi impalpabile ma costante, il tempo.
Suoni che ricordano un pendolo, un fruscio che evoca il vento (forse lo è) che gradualmente assume i connotati di un loop analogico, ripetitivo come un metronomo, con una cadenza discendente, steel drum in 5/4 e si materializza un mantra. Naturale visualizzare i secondi di un oroglio: tic tac-tic tac…

Irmin Schmidt fra passato e presente

Nella scansione metodica del tempo si sovrappone il pianoforte, parla con tante voci diverse: leggero, stridulo, soave, dissonante, accogliente.
Un disco espressionista, tedesco, in bianco e nero. A momenti c’è anche la nebbia, il cappotto chiuso con il bavero alzato e il cappello. Forse c’è anche una sigaretta.

Klavierstücke un disco in crescendo

Il disco è in crescendo, parte in lenta espansione, ellittico, si condensa verso la fine, con suoni più fitti, per dilatarsi ancora e finire come è iniziato, con molti vuoti e pochi pieni.
Il richiamo a John Cage è forte. Per alcuni potrebbe risultare un disco indigesto, per me vera ambient.

Irmin Schmidt - Klavierstücke
9 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Elisabetta Nasuti

Written by

Nata nell'anno della rivoluzione ancora non si è fermata. Da sempre appassionata di dischi volanti e suonanti. Ex musicista ma grafica extra deluxe, vive con 5 gatti, un pennivendolo e la collezione completa di X Files.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.