Marika Hackman - I'm Not Your Man
Sub Pop - 2017

Recensione: Marika Hackman – I’m Not Your Man

Marika Hackman: suoni nuovi e parole senza paura.

Marika Hackman - I'm Not Your Man

Sub Pop – 2017

Gradito ritorno per la cantautrice inglese  dopo il piacevole debutto di due anni fa. Va comunque precisato subito che il nuovo album I’m Not Your Man segna una svolta decisa rispetto al precedente We Slept At Last.

Non solo Nu-Folk

Nel 2015 Marika Hackman viene etichettata come la next big thing del Nu Folk. We Slept At Last infatti si presentava con una linea melodica che non lasciava dubbi sul genere prescelto. Buono l’accoglienza della critica. Un pubblico di nicchia si accorge di lei.

Con I’m Not Your Man la Hackman sfodera più qualità. E’ cresciuta e lo si vede da tanti punti di vista. Intanto non siamo più in ambito folk. Una vena decisamente più indie rock è presente quasi in ognuna delle quindici tracce che compongono il nuovo lavoro.

Per quanto riguarda i testi la venticinquenne cantautrice osa. Passando dal discorso gender alla libertà della donna, si spoglia di qualunque orpello verbale. Desideri di emancipazione sessuale si intrecciano nel quotidiano creando un piacevole quadro iper reale nel quale ognuno di noi si può identificare. Basta trovare le parole per dirlo. Su questo punto Marika Hackman ha fatto centro.

I’m Not Your Man : le nuove canzoni

Già dal primo brano Boyfriend si capiscono le nuove intenzioni. Una melodia accattivante, chitarre elettriche e spruzzate vagamente noise reggono perfettamente il tutto. Una voce pulita impreziosisce il tutto, pur non arrivando ai toni cristallini di una Laura Marling (tanto per restare in UK).

Altri due episodi degni di nota sono senz’altro Gina’s World e My Lovers Cindy. Il primo parte in sordina per aprirsi in un ritornello pieno, ambizioso e ben strutturato. Il secondo, completamente diverso, è un ottimo brano pop estivo, allegro e disimpegnato.

In generale I’m Not Your Man non è un disco immediato. E’ lungo e variegato, quasi come se la Hackman volesse dimostrare di saper spaziare e togliersi un’etichetta attribuitale troppo frettolosamente. Nel complesso il risultato è buono anche se in alcuni momenti si avverte un senso di spaesamento, come se non si capisse dove la stessa autrice voglia andare a parare.

In ogni caso le basi per ben sperare ci sono. In attesa della famigerata terza prova teniamo d’occhio un personaggio che potrebbe stupirci.

Marika Hackman - I'm Not Your Man
7.5 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

You may also like...

Lascia un commento!