St. Vincent – MassEducation
Loma Vista Recordings - 2018

Recensione: St. Vincent – MassEducation

St. Vincent, da Masseduction a MassEducation.

St. Vincent – MassEducation

Loma Vista Recordings – 2018

Ma come,  non l’avete già pubblicata?  Questo si chiederanno i nostri piccoli lettori quando leggeranno artista e titolo. Ma attenzione perché con una maiuscola e una vocale in più le cose si fan ben diverse.

St. Vincent è uno stranissimo elemento che circola nel panorama pop, sempre in bilico tra mainstream e frequentazioni colte. Si ricordi l’affezione per David Byrne che pure produsse un album non indimenticabile ma abbastanza divertente, almeno. È una artista con la A maiuscola ancora per più o meno pochi eletti ascoltatori attenti ma, contemporaneamente, ha rischiato con l’ultimo lavoro di finire in un calderone radioattivo che non le confà.

Il naked lunch di St. Vincent

A dimostrazione di quanto sovraesposto abbiamo infatti questa bizzarra emissione che si propone come un sonoro naked lunch (vedasi anche la copertina in cui la buona Anne si offre nature) dell’ultima opera quasi omonima. Dove, appunto, tutte le composizioni vengono denudate dei loro paraphernalia elettronici e vergate in punta di pianoforte.

 

 

Orbene, i tredici brani strapatinati precedenti subiscono quindi un intervento di chirurgia sonora che scopre terminazioni nervose, pulsazioni e battiti che, molto probabilmente, hanno costituito la versione primeva del lavoro e che sono stati tecnoillogicamente contaminati e trasformati per una più ampia fruizione.

Meno patina, più intimità per MassEducation

Qui invece siamo dalle parti umbratili della fruizione personale dell’ascolto, dell’anticondivisione se non con qualcuno di molto vicino e l’effetto finale lascia soddisfatti e, in non pochi tratti, malinconici. Si rispolvera una tradizione cantautorale tutta made in the USA, colta e raffinata ma anche post beat generation e pure un po’ lisergica. Insomma, quasi una ricostruzione paravirginale necessaria probabilmente all’autrice e dovuta senz’altro al suo pubblico più interiore.

Disco che piacerà molto ad anime in odore di sentimento e struggimento e meno a chi si chiederà quando arrivano i beat e le percussioni. Per il sottoscritto un bell’esempio di situazionismo a tempo, polisemicamente, record.

St. Vincent – MassEducation
8 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Marcello Valeri

Written by

Collaboratore per testate storiche (Rockerilla, Rumore, Blow Up) è detestato dai musicisti che recensisce e dai critici che non sono d'accordo con lui e che , invece, i musicisti adorano.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: