The National - I Am Easy To Find
4AD -2019

Recensione: The National – I Am Easy To Find

I Am Easy To Find: il disco muliebre e filmico dei The National.

The National - I Am Easy To Find

4AD -2019

Nel piccolo mondo indie (o alternative o chiamatelo come volete voi) The National sono un grande nome. I quattro signori di quasi mezza età che compongono la formazione cercano di non sembrare troppo consapevoli di questa più che discreta celebrità, ma inevitabilmente un po’  auto-importanti finiscono per apparirlo (comunque sempre meno dei War On Drugs). E allora ecco che l’ottavo album I Am Easy To Find va descritto come presuntuoso eppure ricco di idee. O ricco di idee eppure presuntuoso.

I Am Easy To Find disco e cortometraggio

Cominciamo dalla prima idea. Per I Am Easy To Find i National hanno coinvolto un regista, Mike Mills (non il bassista dei fu-R.E.M.) il quale non si è limitato a girare l’omonimo cortometraggio, ma ha influenzato parecchio le scelte della band a proposito dell’album. Addirittura è stato accreditato fra i produttori.

Le voci di I Am Easy To Find

E poiché I Am Easy To Find (il corto) ha per protagonista una donna raccontata nell’arco di tutta la sua vita (interpretata dal Premio Oscar Alicia Vikander), ecco che – seconda idea – I Am Easy To Find (l’album) vede la presenza di uno stuolo di voci femminili. I nomi sono importanti: Sharon Van Etten, Lisa Hannigan, Gail Ann Dorsey (già con David Bowie), kate Stables e altre ancora. All’inizio sembrano di contorno, poi si espandono fino a prendersi quasi tutta la scena anche con l’ausilio del Brooklyn Youth Choir. Per chi associa molto dei National alla voce baritonale di Matt Berninger può essere un mezzo trauma, ma pare che il diretto interessato non si sia troppo preoccupato.

I Am Easy To Find è dunque ricco di spunti significativi ed è certamente più caratterizzato dell’incerto Sleep Well Beast. E’ ricco di suoni (e di voci, come detto),  cameristico e trasognato. Sicuramente ha una dimensione meno ‘rock’ rispetto ai due classici anni ’00 della band, Alligator e Boxer, pur non mancando di una sua spettacolarità.  E’ un disco avvolgente, termine che non è per forza di cose positivo; dipende dalla materia usata per rivestire le canzoni che a volte è fine come carta di riso, altre è troppo spessa, tipo quella per i salumi. E’ anche un disco impegnativo da affrontare nei suoi 68 minuti-16 pezzi. Ben percepibile è, ad esempio, un momento di affanno verso i tre-quarti del programma, quando un’altra importante figura femminile, la Forma Canzone, decide di assentarsi. Potremmo dire, infine, che è più affascinante che emozionante, più intrigante che coinvolgente.

Il ruolo ‘istituzionale’ dei National

C’è una cosa da augurarsi, a prescindere dalle considerazioni strettamente estetiche. I Am Easy To Find è un lavoro di sicuro effetto che ha le potenzialità per far parlare di sé anche in un ambito non specialistico (côte mainstream colto?).  Se ciò accadesse, ne trarrebbe giovamento tutta la musica che ci piace e che è la ragion d’essere di un sito come Tomtomrock. In questo senso, così come nel calcio si tifa per la nazionale (anche se non ci piace come gioca), nella musica bisognerà tifare per The National.

The National - I Am Easy To Find
7 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Antonio Vivaldi

Written by

Giornalista musicale di pluriennale esperienza, ha collaborato con Rockerilla, Musica!, XL e Mucchio Selvaggio. Ha tradotto per Giunti i testi di Nick Cave, Nick Drake, Tom Waits, U2 e altri. E' autore di monografie dedicate a Oasis, PJ Harvey e Cranberries e del volume "Folk inglese e musica celtica". E' stato uno dei curatori della riedizione, nel 2017, degli album di Rino Gaetano. Fa parte della giuria del Premio Piero Ciampi. Si occupa di eventi di vario tipo dedicati alla musica rock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.