wolf alice vision of a life
Dirty Hit - 2017

Recensione: Wolf Alice – Visions Of A Life

Wolf Alice: l’impegno dà i suoi frutti.

wolf alice vision of a life

Dirty Hit – 2017

Visions Of A Life segna il ritorno dei Wolf Alice a due anni dal disco d’esordio My Love Is Cool. In questo periodo la band britannica è decisamente cresciuta e, osando di più, arriva a un risultato degno di nota.

Una nuova Next Big Thing?

Nel corso degli ultimi vent’anni, parlando di brit-rock si è spesso usata un’espressione anche un po’ iettatoria: next big thing. In realtà di artisti che hanno mantenuto le promesse degli esordi, non ce ne sono stati molti. Franz Ferdinand e XX, per citarne un paio ancora sulla breccia. Come “nuova grande cosa” sono stati etichettati anche i Wolf Alice. Il loro esordio (2015) ha fatto esultare, forse troppo, una certa stampa d’oltremanica. My Love Is Cool è senz’altro un buon lavoro, ma non ha lasciato tracce memorabili, come anche noi a suo tempo scrivemmo.

In ogni caso il quartetto londinese ha lavorato sodo per migliorare e presentarsi più attrezzato alla pericolosa seconda prova. In versione 2017 Ellie Roswell e compagni sono già un’altra cosa rispetto a quelli di due anni fa.

Visions Of A Life: la piacevolezza del disordine

Ecco infatti la sorpresa. Stavolta le ambizioni sembrano cresciute e Vision Of A Life è un album in cui la band mostra doti inaspettate. Creatività e versatilità sono le due caratteristiche che colpiscono gradevolmente fin dal primo ascolto. Restiamo nel generico ambito indie o alternative, ma in questo caso definire il tutto è più complesso.

Nelle dodici tracce inedite si cambia sipario ad ogni brano. Si parte con la tranquillizzante Haevenwards, un simpatico biglietto da visita caratterizzato da una buona linea melodica. Si procede con un sobbalzo sulle note quasi punk di Yuk Foo. Quindi già i primi due titoli confondono chi si aspetta qualcosa di preciso e collocabile. Il resto prosegue tra easy listening e felici tentativi di innovare.

Dalle radiofoniche Beautifully Unconventional e Don’t Delate The Kisses si passa a momenti più ampi e articolati nei quali si percepisce una voglia di realizzare un prodotto particolare. Sky Musing colpisce per il lato onirico e la melodia adeguata. Formidable Cool è apparentemente un brano dance, ma ben presto l’ascoltatore si accorge che qualcosa di bislacco disturba piacevolmente la danza. Si chiude con la lunga title track: psichedelica, cangiante e ben arrangiata; un ottimo congedo. Bravi quindi i Wolf Alice che ci lasciano con la voglia di sapere cosa succederà al prossimo appuntamento.

Wolf Alice - Visions Of A Life
8.0 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

(0 voti)

You may also like...

Lascia un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: