Thom Yorke – Suspiria
XL Recordings - 2018

Recensioni: Thom Yorke – Suspiria

Suspiria (il film).

XL Recordings – 2018

Premessa importante: il remake di Guadagnino non l’ho visto e dubito correrò in sala a vederlo. Magari su altro supporto, tra qualche mese, una occhiata di curiosità ce la do perché conosco, senza fanatismo, l’originale e perché pare sia una reingegnerizzazione dell’Argentiana emissione che, se interessa a qualcuno, trovai meno anarchica di Profondo Rosso…

Posso dunque con questo presupposto accingermi a colloquiare sulla sua soundtrack? Autoretoricamente mi autorizzo al sì. Anche perché trattasi di Thom Yorke che, in qualche bene e in qualche male, curiosità me la suscita sempre.

Ottanta minuti di Thom Yorke

Intanto dalla durata si intuisce che ci si deve accingere all’ascolto con 80 minuti a disposizione e trattandosi per lo più di composizioni di naturale accompagnamento alle immagini, fuor dalla forzata evocazione visiva, ci si sforza di entrare nel campo dell’immaginifico Yorkeiano, fatto di molta atmosfera rare/fatta, di sottrazione incessante, di, appunto, sospiri sonori importanti, quasi un upgrade dei Popol Vuh

Suspiria (la soundtrack)

Si riconosce all’autore una completa distonia dalla precedente soundtrack. E avrei voluto vedere, ci mancano anche i remake sonori nei remake visivi, e poi diciamolo, piaceva il titolo Suspiria e l’impianto del plot? Quasi quasi allora sarebbe stato meglio un plagio non dichiarato che, in molti casi, si definisce diplomaticamente, omaggio. Beh in questo Yorke vince la sua sfida annidando inquietudine attitudinale, sacralità blasfema e alle mie orecchie suggerisce talvolta frequentazioni con la musica concreta e Wendy Carlos…

Niente Radiohead per Thom Yorke

Che poi finisca con il rimettere la puntina (?) su Suspirium (e la successiva Finale…), la cosa che più si avvicina a una song, o che ceda alle tentazioni Enigma di Has Ended credo poco importi al lettore più smaliziato ma la cosa è reciproca, un po’ poco per l’acquisto complessivo, molto se fosse un singolo (leggi 45 giri), meglio un 12” aggiungendo anche Unmade.

Chi cercherà comunque qui prospettive Radiohead si astenga, gli altri tengano una luce accesa che non si mai.

Thom Yorke – Suspiria
7 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Marcello Valeri

Written by

Collaboratore per testate storiche (Rockerilla, Rumore, Blow Up) è detestato dai musicisti che recensisce e dai critici che non sono d'accordo con lui e che , invece, i musicisti adorano.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: