rick redbeard

RICK REDBEARD – NO SELFISH HEART (Chemikal Underground – 2013)

rick redbeard

di Fausto Meirana

Si può partire dai 9/10 di Uncut, o, per contraltare, dalla scarsa notorietà, nel nostro paese, della Phantom Band, gruppo scozzese di cui Rick Anthony, qui Rick Redbeard, è il leader (converrà informarsi…). Viene facile immaginarsi il giovane musicista scozzese, rintanato in un remoto loch, magari con il fido cane e la vecchia chitarra, a registrare questi brani acustici e gentili, forse in uno studio tra le  stesse betulle della copertina in bianco e nero.  Probabilmente non è andata così, ma il risultato è superbo pur mettendo in gioco le cose di sempre: la vita, l’amore e la morte, pane e companatico di ogni cantautore che si rispetti. La bella voce baritonale di Rick è un valore aggiunto, così come la ripresa di un brano tradizionale scozzese come Kelvin Grove:  perché la tradizione, in Scozia, è sempre rispettata, anche da giovinastri con la barba rossa e l’espressione un po’ stranita.

 

8/10

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=xE23Tp7-XVU

Rick Redbeard – Now We’re Dancing

print
tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.