roisin murphy h toys

RÓISĺN MURPHY – HAIRLESS TOYS (PIAS – 2015)

roisin murphy h toys

di Antonio Vivaldi

Róisín Murphy si considera una mancata popstar e molti sembrano preoccuparsi con lei per questo status non conseguito. Ciò detto, le considerazioni sono due: 1) Ce ne fossero popstar come Róisín Murphy; 2) Celebrità elusiva a parte, nei suoi dischi Róisín sfiora solo la grandezza senza mai raggiungerla e Hairless Toys non fa eccezione.

roisin murphy 3

Personaggio flamboyant (si dice che Lady Gaga le abbia rubato alcuni look), artista sensibile (nel 2014 ha inciso Mi Senti, coraggioso EP dedicato all’italo-pop di classe), la quarantaduenne irlandese ex Moloko mette notevole cura nel suo terzo album e in effetti la partenza è molto buona: Gone Fishing è elettro-pop ballabile ma anche sinuoso nelle sue vaghe ascendenze caraibiche e nei riferimenti a quella ball culture (*) oggi nuovamente di moda (e a cui attinse anche Madonna molti anni fa). Fino a metà album tutto resta interessante sia per l’articolazione dei suoni (una St. Vincent più ballabile, diciamo, con diversi hook ben pensati) sia nei temi (Exploitation affronta il delicato gioco di specchi del ‘chi sfrutta chi’). Dopo è come se il disco andasse in crisi di magnesio-potassio (anche questo di gran moda oggi come la ball culture) diventando lento e stanco: Exile è una ballata faithfulliana che parte bene salvo poi annoiarsi del proprio pathos, House Of Glass accenna a tante belle idee senza elaborarne una e anche gli altri pezzi suonano svaporati.
Grande rispetto comunque per l’idea di un album dance-pensante che però, ritornando al discorso iniziale, non è certo una stairway to stardom ideale e, in più, perde il confronto con uscite contemporanee più frivole ma più vivaci come Ratchet di Shamir e Why Make Sense? degli Hot Chip.

6,9/10

httpv://www.youtube.com/watch?v=NjSwFsPCeJ4

Exploitation

(*) Sub-cultura newyorkese di fine anni ’80 legata a un travestimento barocco e creativo con veri e propri concorsi per la mise migliori. Lo stile di ballo associato è il voguing. Il mondo della ball culture è immortalato nel documentario Paris Is Burning: 

httpv://www.youtube.com/watch?v=pWuzfIeTFAQ

 

print
tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.