Apartments

THE APARTMENTS – NO SONG NO SPELL NO MADRIGAL (Riley Records/Microcultures – 2014/15)

Apartments

Gli Apartments di Peter Milton Walsh

Chi ricorda gli Apartments? Progetto, forse più che una vera e propria band, dell’australiano Peter Milton Walsh, avevano esordito verso la metà degli anni ’80, quando dall’altra parte dell’emisfero arrivavano tante band di valore. Walsh era legato soprattutto ai Go-Betweens, che a un certo punto l’avrebbero voluto con loro, anche se la cosa non si realizzò mai. Sotto contratto con Rough Trade per qualche anno, spesso in Europa dove soprattutto in Francia riscuotevano molto successo, gli Apartments sono rimasti attivi fino al 1999, quando una tragedia familiare ha indotto Walsh a fermarsi per anni.

No Song No Spell No Madrigal

E’ tornato gradualmente in attività a partire dal 2007, grazie all’aiuto di alcuni amici musicisti e di Microcultures che ha avviato un crowdfunding per la realizzazione di un nuovo disco che, pronto lo scorso anno, viene distribuito adesso. No Song No Spell No Madrigal riprende il discorso musicale dove Walsh l’aveva lasciato: chamber pop raffinatissimo che piacerà a quanti amano lo Scott Walker di un tempo, i Go-Betweens oppure i Tindersticks, tanto per dare qualche riferimento.

Il passato e il presente degli Apartments

Rispetto agli anni ’80 e ’90, però, qui abbiamo qualcosa in più; un’intensità nuova, che arriva con il vissuto dell’autore. “Il passato è solo una porta che non attraverso”, canta nell’iniziale title track; ma in Twenty One e nella conclusiva Swap Places (e in realtà quasi ovunque), Walsh canta esplicitamente della tragedia che l’ha colpito, senza enfasi, ma con testi e toni struggenti. Ma da qualunque parte arrivi l’ispirazione, sta di fatto che No Song No Spell No Madrigal è un disco intemporale, nel quale non un solo momento è superfluo. Che vi ricordiate o meno gli Apartments, è arrivato il momento di ascoltarli.

PS: Degli Apartments è disponibile anche una significativa raccolta che include il magnifico disco d’esordio (1985) e alcune rarità: The Evening Visits… And Stays For Years.

 

Review 0
9,5 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. Condividerla con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!