Marks to Prove Maccabees

THE MACCABEES – MARKS TO PROVE IT (Fiction Records – 2015)

Marks to Prove Maccabees

di Marina Montesano

Alcune band debuttano con un disco che diviene subito un classico; è il caso degli Arctic Monkeys: per quante cose eccellenti hanno realizzato in seguito, non c’è concerto in cui il pubblico non esulti alle prime note di I Bet You Look Good On The Dancefloor. Altre hanno bisogno di tempo per arrivare a maturità, per realizzare il disco che magari in tanti attendevano. Che i Maccabees fossero sicuri di avere un poker lo si è capito guardando il loro concerto a Glastonbury, soprattutto quando hanno eseguito Marks To Prove It, title track del loro quarto LP in uscita, insieme a Jamie T: carichi di energia e soprattutto di allegria, non è facile vedere un gruppo così contento di essere su un palco.

httpv://www.youtube.com/watch?v=t7Lo-NK02Rg

Poi il disco è uscito e ha regalato ai Maccabees la loro prima volta in cima alle classifiche UK: meritata, va detto subito, perché Marks To Prove It è il disco della maturità raggiunta per una band che ha debuttato ormai nel 2007. Per certi versi, quel che ai Maccabees potrebbe esser mancato finora, è una personalità più marcata; anche sul nuovo disco suonano infatti come un’enciclopedia dell’indie rock: dal post punk (Kamakura) agli Arcade Fire (Spit It Out), nella loro musica si possono ascoltare echi di tante cose differenti. Ma la quadratura del cerchio arriva con la loro nuova capacità di infilare una serie di canzoni pressoché perfette: dai toni aggressivi della title track, che apre il disco, alle già ricordate Kamakura e Spit It Out, a Something Like Happiness, il disco esplode di melodie e cori potenti, che si ricordano facilmente. A tratti i fiati aggiungono una certa grandiosità, come nella conclusiva Dawn Chorus; anche la produzione ci mette del suo, aumentando il volume al momento del refrain, in modo da accrescere il coinvolgimento dell’ascoltatore, come in un live. Insomma la classifica UK ha scelto bene, premiando i Maccabees e un suono a suo modo ‘classico’, ma che qui viene messo in scena in modo trascinante e convincente.

httpv://www.youtube.com/watch?v=E5iezedSefI

Something Like Happiness

8,5/10

print
tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.