William Fitzsimmons - Mission Bell | Recensione Tomtomrock
Groenland Records - 2018

William Fitzsimmons – Mission Bell

Il terzo (!) “divorce album” di William Fitzsimmons.

William Fitzsimmons - Mission Bell | Recensione Tomtomrock

Groenland Records – 2018

William Fitzsimmons è un cantore di divorzi. Goodnight (2006) era ispirato alla separazione dei genitori,  mentre The Sparrow And The Crow (2008) raccontava  la fine del primo matrimonio del musicista di Pittsburgh. E adesso Mission Bell si occupa del suo secondo divorzio. Al confronto i Fleetwood Mac di Rumours, con i loro molla-e-prendi incrociati,  erano dei dilettanti.

Mission Bell e l’eterna attualità delle pene d’amor perduto

Qualcuno ha scritto che Mission Bell potrebbe essere di aiuto a chi si trovi in una similmente dolorosa situazione. Dunque album prima auto-terapeutico e poi terapeutico. Ma può anche essere visto, meno seriosamente, come una serata fra amici in  cui la conversazione ha per tema  il disastro sentimentale, non solo quello del più ciarliero e sofferente del gruppo, ma quello in cui, prima o poi, incappano tutti quanti.

Il fascino di Mission Bell  è nella sua tristezza sussurrata e mai lacrimante, nel suo stato d’animo indifeso più che straziato. D’altronde Fitzsimmons è, come detto, un esperto del settore e sa come non affaticare l’uditorio muovendosi a metà strada fra l’autorialità tutto sommato lineare  dell’Iron & Wine odierno e quella più frastagliata di Sufjan Stevens.

Il savoir-faire compositivo di William Fitzsimmons

A rendere apprezzabile il lavoro contribuiscono il buon livello della scrittura e arrangiamenti che alternano momenti eterei (a volte sin troppo) ad altri più terrigni ed efficaci con batteria, controcanti femminili e tocchi di elettricità. D’altronde Fitzsimmons è uno che ha visto le sue canzoni utilizzate per diverse serie televisive, Grey’s Anatomy inclusa. Insomma sembra  distratto dall’amore ma sa il suo mestiere. E in Mission Bell almeno Second Hand Smoke, Angela e Wait For Me sembrano già pronte per fare da commento a una qualche situazione dai colori autunnali e dallo stato d’animo perturbato.

Però adesso, caro Fitz, basta con i divorzi; il prossimo album lo vogliamo sexy e lascivo. Almeno un pochino.

William Fitzsimmons - Mission Bell
7,4 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print

Giornalista musicale di pluriennale esperienza, ha collaborato con Rockerilla, Musica!, XL e Mucchio Selvaggio. Ha tradotto per Giunti i testi di Nick Cave, Nick Drake, Tom Waits, U2 e altri. E’ autore di monografie dedicate a Oasis, PJ Harvey e Cranberries e del volume “Folk inglese e musica celtica”. E’ stato uno dei curatori della riedizione, nel 2017, degli album di Rino Gaetano. Fa parte della giuria del Premio Piero Ciampi. Si occupa di eventi di vario tipo dedicati alla musica rock.

Antonio Vivaldi

Written by

Giornalista musicale di pluriennale esperienza, ha collaborato con Rockerilla, Musica!, XL e Mucchio Selvaggio. Ha tradotto per Giunti i testi di Nick Cave, Nick Drake, Tom Waits, U2 e altri. E' autore di monografie dedicate a Oasis, PJ Harvey e Cranberries e del volume "Folk inglese e musica celtica". E' stato uno dei curatori della riedizione, nel 2017, degli album di Rino Gaetano. Fa parte della giuria del Premio Piero Ciampi. Si occupa di eventi di vario tipo dedicati alla musica rock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.