Temples Volcano Recensione
Heavenly / Fat Possum – 2017

Recensione: Temples – Volcano

Temples – Volcano.

Temples Volcano Recensione

Heavenly / Fat Possum – 2017

I Temples provano a ritrovare il successo di Sun Structures. Il nuovo Volcano presenta una formula simile, ma con qualche novità.

Sun Structures era uscito nel 2014 ed aveva scalato le classifiche inglesi, il paese d’origine della band. Non tutta la critica era stata positiva su quel disco. Il pop psichedelico dei Temples però era piaciuto al pubblico, e diverse canzoni sono apparse in spot e film, decretandone il successo.

Con Volcano i Temples tentano un interessante crossover

Non facile quindi dare un seguito a Sun Structures. La formazione rimane la stessa: il cantante James Bagshaw e Thomas Warmsley, i due fondatori, sono sempre accompagnati da  Adam Smith e Samuel Toms. Anche l’ispirazione generale è simile: pop e psichedelia  (l’ultima al servizio del primo), voce mai troppo in primo piano, un occhio particolare per la melodia. Tuttavia alcune novità ci sono. Lì dove altre band sono rimaste legate a un suono anni 60 arricchito da ricche orchestrazioni, come i Last Shadow Puppets con l’ottimo secondo album, i Temples, pur partiti dalla stessa origine, virano qui verso arrangiamenti synth-pop che li portano in una direzione in parte nuova.

 

Diciamo un misto fra ‘60s e ‘80s piuttosto divertente: d’altra parte, sono i due decenni pop per eccellenza.

Ma Volcano è soprattutto un disco di canzoni

In alcune canzoni questo esperimento è molto ben riuscito. L’inizio con Certainty e la conclusione con Strange Or Be Forgotten mettono insieme beat e melodie che fanno subito presa. Non per nulla sono stati scelti come primi due singoli. La canzone più riuscita ci sembra tuttavia Open Air, veloce e melodicamente perfetta.

 

Ma tutto il disco nel complesso scorre piacevolmente, com’era vero d’altra parte per il primo. In alcuni casi, come All Join In, l’ispirazione psichedelica è più evidente. Mentre Mistery Of Pop rende bene evidente il peso che l’electro-pop ha esercitato su questa seconda opera dei Temples. Non tutti saranno convinti da Volcano, che tuttavia dovrebbe piacere a quanti avevano apprezzato Sun Structures. Anche se difficilmente ne ripeterà il successo, dice che i Temples ancora in grado di contare sulla scena musicale.

Temples – Volcano
7,4 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. La foto del profilo dice da dove sono partita e le origini non si dimenticano; oggi ascolto molto hip-hop e sono curiosa verso tutte le nuove tendenze. Condividere gli ascolti con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.