vignola stretto

Articolo: A scuola da John Vignola 43 – I concerti italiani di Bob Dylan

Bob Dylan in Italia – Aprile 2018.

A Scuola da John Vignola - Bob Dylan in Italia 2018

Se pensiamo ai concerti italiani di Bob Dylan in questa primavera 2018 emerge soprattutto un elemento. La rappresentazione dylaniana del mondo è enciclopedica, accoglie moltitudini, è talmente vasta da abbracciare qualsiasi cosa e da giungere ovunque. E’ figlia delle radici statunitensi ma anche della mescolanza. Non si cura di ciò che è alto o basso. E’ resistente, quando serve, e svagata quando le conviene.

Un Dylan in versione confidenziale

Il Bob Dylan del 2018 va dal blues al folk a un  – abbastanza – inedito cantato confidenziale. Perché Dylan, forse, è stato sempre un confidente. E lo è stato scrivendo  canzoni che hanno sempre rappresentato le sue convinzioni più intime (talvolta quelle più convenienti). Dall’amore per Woody Guthrie al folk di protesta, dal ribaltamento prospettico del rock alle innumerovoli conversioni  fino alle confessioni amorose e alle disillusioni. Insomma, ogni volta che si pensa a Dylan, o lo si osserva mentre sta sul palco, ciò che si percepisce è un senso di totalità.

Bob-Dylan, Genova, 25 aprile 2018

Addirittura un Dylan (quasi) simpatico

Quello che è andato in scena in queste date del Never Ending Tour è dunque un Dylan che ripercorre le varie fasi della propria vita artistica mostrando un’antipatia solo apparente. Anzi, qua e là riesce a essere persino simpatico. Finge di dirigere l’orchestra, motteggia tenendo l’asta del microfono, arriva addirittura a mandare qualche enigmatico bacio. Rifà, come se fosse il 1963, un pezzo più volte manomesso in versione live quale Don’t Think Twice, It’s Alright. Insomma, è consapevolissimo della rappresentazione non solo di se stesso, ma della forza artistica e d’intrattenimento di una cosa che lui ha rappresentato per più di 50 anni e che, per brevità, potremmo chiamare rock.

Potete leggere qui la recensione di uno dei concerti romani e qui la recensione della data di Genova. 

print

Ammiratissima voce radiofonica di Rai Radio 1, John Vignola è anche autorevole esperto di musica. Ha collaborato per anni con riviste quali Rockerilla e Mucchio Selvaggio, oltre a occuparsi di rock e dintorni per diverse testate “generaliste”. Faticherebbe a vivere felice senza i Beatles.

John Vignola

Written by

Ammiratissima voce radiofonica di Rai Radio 1, John Vignola è anche autorevole esperto di musica. Ha collaborato per anni con riviste quali Rockerilla e Mucchio Selvaggio, oltre a occuparsi di rock e dintorni per diverse testate “generaliste”. Faticherebbe a vivere felice senza i Beatles.

You may also like...

Lascia un commento!