Davide Sapienza -Attraverso le terre del suono

Rock e letteratura: Davide Sapienza – Attraverso le Terre del Suono

Davide Sapienza ripercorre i suoi viaggi nel mondo della musica.

Davide Sapienza -Attraverso le terre del suono

Anto/Logica che si fa avanti da sola. Battiti di ali delle musiche senza confini. Attraverso le Terre del Suono di Davide Sapienza (Edizioni Underground?, pp. 202, euro 15) è un concentrato di passioni e di realtà frequentate in cui la scrittura è visionaria ma anche a “tu per tu”. E dove l’elemento singolo può facilmente tramutarsi in collettivo. Una (non) mappa cosmica più che terrena. Essenze. Attraverso le quali, l’autore, si proietta tra testimonianze passate e consultazioni future.

Attraverso le terre del suono dal 1987 al 2919

Si tratta di una raccolta di scritti che vanno dal 1987 alle new words 2019 da abbinare e posizionare tra le geo-poesie contenute in altri libri dell’autore, il tradurre in italiano Jack London e il suo adoperarsi a favore delle tematiche ambientaliste. Sempre con una soundtrack da indossare. Più approcci per una scrittura a briglia sciolte.
Ad introdurre, la prefazione di Luca Bernini (“A volte, parlando con Davide, ho avuto modo di apprezzare i suoi ragionamenti ‘altri’ (lui li definirebbe ‘alieni’), rispetto al pensiero che ci circonda e a tutto il suo strepitio”). Proseguendo nella lettura, si trova anche il significativo intervento di Marco Grompi (compagno di reading) in cui si sottolinea perché la musica deve essere camminatrice ed esploratrice: se vuole restare!!!

Gli incontri di Davide Sapienza con uomini straordinari

Davide Sapienza in cerca di espansioni. Da quando 17enne deve trovare i soldi per andare a vedere in concerto Bruce Springsteen a Zurigo perché aveva sentito dire che era qualcosa di sensazionale, alla riproposizione di
un’intervista fatta a Tom Verlaine: “Io vedo gran parte delle cose in uno stato di permanenza, la cui proprietà è questa specie di flusso che accade sempre tra due cose”. Come dire: calma e agitazione.
Nel “raccolto” ci sono scritti su Syd Barrett e il suo aleggiare tra visibile ed invisibile, viaggi chimici, appuntamenti dove “da vicino nessuno è normale”. Pete Townshend con il suo furore chitarristico che diviene onda. I Beatles che camminano sulle strisce pedonali di Abbey Road e per l’ennesima volta dettano la linea. Il sottovalutato Scott Walker con le sue sinfonie interiori e le liriche congiunte. I nativi americani Lance Henson e John Trudell tra rime, quella terra è la loro terra, militant, graffiti-men, cuori di tuono, canti aggrappati e nel nome dei diritti.

Scrittori, musicisti, registi “in opposition” – il mondo esplorato da Davide Sapienza

Joseph Conrad, Jim Morrison e Francis Ford Coppola che si scambiano il testimone. David Bowie che è Jones, Ziggy Stardust, embrione sul pianeta Terra. Un Daniel Lanois che non esita: “La musica è l’unica cosa che ho conosciuto, il mio ingresso all’immagine che diventa luogo”. Brian Eno, i suoi bagagli intuitivi e sempre propenso alla partenza, al viaggio. L’affetto e la incondizionata stima che legano Davide e Robert Wyatt. Quest’ultimo definito “il piccolo grande Robin Hood”. Gli U2 che vogliono afferrare sia Johnny Cash che la “Zooropa”. Le cine-musiche di
Jonathan Demme tra teste parlanti, psycho-pop (Robyn Hitchcock) e Neil Young. E naturalmente Cristina Donà sua compagna nella vita.
Approdi: Soupsongs, macchine soffici, Sinéad O’Connor e Joni Mitchell “le mie prime dimore” (per Cristina). Il
maggior pregio del volume? Il suo essere contemplativa quanto incisiva lettera nel corso del tempo.
print
Massimo Pirotta

Written by

Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e da anni si occupa di controculture in diversi ambiti ed è organizzatore di eventi interdisciplinari. Nel 1994 è stato produttore artistico del disco "I Disertori. Omaggio a Ivano Fossati". Fa parte delle giurie nazionali di alcuni festival e rassegne musicali italiane. Ha pubblicato i libri "Bloom Sviluppi Incontrollati" (Vololibero, 2012) e "Le radici del glicine. Storia di una casa occupata" (Agenzia X, 2017).

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.