David Berman Tomtomrock

Articolo – Su David Berman e suo padre, su cantautori e dittatori

David Berman: 4 gennaio 1967 – 7 agosto 2019.

David Berman Tomtomrock

La ricordo bene quella sensazione provata in un giorno di fine maggio 1997  leggendo due notizie sulla stessa pagina del Corriere della Sera: Jeff Buckley disperso nelle acque di un affluente del Mississippi  (pochi giorni dopo sarebbe stato ritrovato il suo  cadavere), Hugo Banzer rieletto presidente della Bolivia.

Jeff Buckey, Victor Jara e quattro dittatori sudamericani

Un pensiero politicamente e umanamente scorretto nacque spontaneo: se in quel giorno un personaggio noto doveva morire non avrebbe potuto toccare a Banzer, repressore implacabile e figura di spicco della famigerata Operazione Condor? Banzer sarebbe morto nel 2002, a 76 anni e nel suo letto, senza pentirsi di alcunché. Lo stesso sarebbe accaduto a un altro paio di suoi sodali ideologici, cronologici  e geografici, l’argentino Jorge Videla, il paraguiano Alfredo Stroessner e il cileno Augusto Pinochet. Nessuo di loro si è pentito di alcunché e anche questo non è giusto pensando alle fosse comuni, ai ragazzi buttati ancora vivi in mare dagli aerei e a Victor Jara torturato e ammazzato perché cantava canzoni di speranza contro il golpista Pinochet.

Pochi giorni fa il ritorno alla musica di David Berman

Dal 1994 si arriva all’oggi e a un’altra ‘ingiustizia’. Una ventina di giorni fa Tomtomrock aveva scritto di quanto bello fosse Purple Mountains, album del ritorno alla musica di David Berman che tante cose notevoli aveva già pubblicato con  la sigla Silver Jews. Non fummo gli unici a tesserne le lodi; andate a verificare su Metacritic. Eppure c’era qualcosa di troppo oscuro in quei testi e anche nei videoclip di un paio di canzoni. Nella recensione – a me affidata – evitai di scrivere di questa pervasiva cupezza, anche se ne parlai con un’altra redattrice del sito, Marina Montesano. Detto esplicitamente: mi pareva che David, pur scrivendo canzoni splendide, non avesse tanta voglia di vivere (e c’era stato un tentativo di suicidio nel 2003). Per una sensibilità acuita da questioni private era come se lo leggessi fra le righe e le immagini. E poi c’era il suo rapporto irrisolto con il padre Richard, personaggio  a destra di Donald Trump, sostenitore delle lobbies più fetide, patrocinatore di qualunque cattiva causa pro-business si possa immaginare. Un padre visto come la personificazione del male assoluto, della cattiveria del mondo odierno.

Purple Mountains | Recensione Tomtomrock

David Berman R.I.P.

Il 7 agosto David Berman, nonostante le recensioni entusiaste di cui si è detto, nonostante un’attesissima tournée in procinto di prendere il via, si è impiccato. Suo padre è vivo e vegeto (e vagamente addolorato, pare)   e mi è ritornata in mente quella sensazione ‘scorretta’ del 1994 a proposito di Jeff Buckley e Hugo Banzer e dell’ingiustizia – o dell’imprecisione – di un fato incapace di distinguere fra buoni e cattivi. Il “destino cinico e baro” secondo la celebre frase del fu presidente della Repubblica Giuseppe Saragat.

Mutare il fato –ammesso che il fato esista – è impossibile, ma un paio di cose si possono fare. Ad esempio ascoltare Purple Mountains, oppure recuperare gli album incisi da Berman a nome Siver Jews, anch’essi molto belli. E poi provare ad agire (anche solo con uno sguardo) contro i Richard Berman di casa nostra. Ce ne sono così tanti, li si sente berciare al bar, in treno, in spiaggia.  Facciamolo per David. E per noi stessi.

print

Antonio Vivaldi

Written by

Giornalista musicale di pluriennale esperienza, ha collaborato con Rockerilla, Musica!, XL e Mucchio Selvaggio. Ha tradotto per Giunti i testi di Nick Cave, Nick Drake, Tom Waits, U2 e altri. E' autore di monografie dedicate a Oasis, PJ Harvey e Cranberries e del volume "Folk inglese e musica celtica". E' stato uno dei curatori della riedizione, nel 2017, degli album di Rino Gaetano. Fa parte della giuria del Premio Piero Ciampi. Si occupa di eventi di vario tipo dedicati alla musica rock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.