Interpol - A Fine Mess
Matador - 2019

Recensione: Interpol – A Fine Mess

Interpol 2019: un bel casino!

Interpol - A Fine Mess

Matador – 2019

Proprio come recita il titolo del nuovo E.P. degli Interpol, A Fine Mess rappresenta un capitolo di incerta definizione. La band newyorkese ha alle spalle un inizio difficile da emulare. Turn On The Bright Lights è stato un disco che ha segnato la nascita di un sottogenere che, facendo tesoro dei fasti del post-punk e della new wave, si affacciava al terzo millennio carico di buoni propositi. Era il 2002 e gli album successivi (cinque fino a oggi) non hanno mai ripetuto il successo dell’ingombrante esordio, pur restando in qualche modo lavori più che decorosi.

Interpol: A Fine Mess, sorpresa un anno dopo parte seconda

Come è successo per i loro compagni d’oltreoceano, gli Editors, a un anno dall’ultimo album gli Interpol sentono il bisogno di segnalare la loro presenza. Gli Editors rispolverano Violence in versione più elettronica (The Blanck Mass Sessions) e gli Interpol si ripresentano con cinque nuovi brani. Anche in questo caso non si capisce il motivo di tale operazione.

Le canzoni di A Fine Mess

I nuovi brani suonano come un’appendice dell’ultimo album, Marauder, o se vogliamo come l’introduzione di un nuovo lavoro. Nel senso che non tolgono né aggiungono alcunché all’ultima produzione degli Interpol che oggi si colloca in una fascia intermedia senza infamia né particolare lode. L’E.P. si apre con la title-track che suona davvero come un “bel casino”. A Fine Mess è un brano interessante, a tratti ostico e che richiede più di un ascolto per essere apprezzato. Viaggia su una linea melodica decisa e tirata, a tratti incerta sul cammino da seguire, ma lascia la voglia di procedere nell’ascolto.

 

Il resto non è deludente, ma certo lontano dal restare nella memoria per qualcosa di particolare. Quindi cinque brani di cui volendo si poteva anche fare a meno, ma che senz’altro andranno a dilettare la nicchia di fan che gli Interpol si sono guadagnati sul campo in vent’anni di carriera. Però per fare davvero un bel casino ci vuole altro.

Interpol - A Fine Mess
6,5 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Mauro Carosio

Written by

Ha suonato con band punk italiane ma il suo cuore batte per il pop, l’elettronica, la dance. Idolo dichiarato: David Byrne. Fra le nuove leve vince St. Vincent.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.