Jesse Malin - Sunset Kids
Wicked Cool Records - 2019

Recensione: Jesse Malin – Sunset Kids

Dal punk alla tradizione americana: il percorso di Jesse Malin.

Jesse Malin - Sunset Kids

Wicked Cool Records – 2019

È una piacevole sorpresa Sunset Kids, l’ultima fatica di Jesse Malin. Il musicista di New York, abbandonato il punk metropolitano dei D Generation, viaggia, con i suoi lavori solisti, verso un rock classico, questo sì davvero ‘americano’. E se il primo degli album fu prodotto da Ryan Adams e in Glitter In The Gutter addirittura proponeva un duetto con Bruce Springsteen (in Broken Radio) e una cover dei mitici Replacements (Bastards of Young), Sunset Kids vede la produzione di una regina della musica americana, Lucinda Williams, che firma con Malin anche due brani dell’album e che risultano essere – Jesse ci perdonerà per questo – i migliori dell’intero lavoro.

Jesse Malin presenta Sunset Kids

Malin ha raccontato della voglia di fare “un disco dal suono aperto che mi desse spazio per raccontare storie. Mi piace scrivere di personaggi e persone che incontro lungo la strada. I sognatori, i truffatori, i romantici, gli amanti, i perdenti e i credenti”. Siamo dunque all’interno della grande tradizione musicale americana, di quel sogno tradito, ma sempre invocato. E ci sono con lui tanti amici, Joseph Arthur, Billie Joe Armstrong, David Bianco, Todd Youth. Non è un caso, allora, che anche sulla copertina dell’album, per la prima volta, non è ritratto Jesse.

Lucinda Williams alla ribalta con Jesse Malin nelle canzoni migliori di Sunset Kids

L’album si apre con il bel groove di Meet Me At The End Again e prosegue con la prima delle perle con la Williams, Room 13. Riff sporchi e malinconici verso quel suono aperto di cui parla lo stesso Malin.

 

Il cantautore viene fuori in Promises, struggente ballad arricchita dal suono della steel guitar. E ancora in Revelations e Friends in Florida. La spinta rock è in Strangers & Thieves, brano scritto con Armstrong che partecipa anche alle voci. Fino alla chiusura di Dead On, dove all’attacco della seconda strofa la voce da pelle d’oca della Williams ti sporca di fango e sabbia. Un album che funziona, si fa ascoltare e non dispiace, sebbene qualche brano suoni un po’ troppo pop (per esempio Do You Really Wanna Know).

Jesse Malin - Sunset Kids
7 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Tore Sansone

Written by

Sono nato quando uscivano Darkness on the Edge of Town, Outlandos D'Amour, Some girls e Blue Valentine. Quasi a voler mostrarmi la strada. Ora leggo, scrivo, suono e colleziono vinili.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.