the-notwist-close-to-the-glass

THE NOTWIST – CLOSE TO THE GLASS (City Slang – 2014)

the-notwist-close-to-the-glass

 

di Marina Montesano

Ormai dei veterani della scena indie, i tedeschi Notwist firmano con Close To The Glass uno dei momenti più interessanti della loro carriera. Diviso tra minimalismo elettronico e un suono chitarristico più consueto, il disco convince soprattutto nella prima veste; le iniziali Signals e Close To The Glass, Kong sono quasi un manifesto delle potenzialità dei Notwist; mentre canzoni come Casino, 7 Hours Drive, Steppin’ In stentano a decollare e risultano poco incisive. Difficile dire se questo navigare tra sponde così differenti sia voluto; probabilmente sì, dal momento che il quartetto ha fatto della varietà una delle sue caratteristiche precipue e che anche il loro precedente di maggior successo, Neon Golden, sebbene più virato verso ritmiche quasi-dance, andava già in tale direzione. Avremmo preferito una svolta elettronica più netta, ma anche così Close To The Glass è un disco non imperdibile, ma certo piacevole.

7/10

Seguiteci su Facebook:

https://www.facebook.com/pages/TomTomRock/564881650275629

https://www.facebook.com/groups/282815295177433/

e su Twitter:

https://twitter.com/Tomtomroc

 

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=KUpktwg7O4M
The Notwist – Kong

 

print
tomtomrock

Written by

TomTomRock è un sito di articoli, recensioni, classifiche, interviste di musica senza confini: rock, indie, pop, hip-hop.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.