Pumarosa – Devastation
Fiction Records - 2019

Recensione: Pumarosa – Devastation

Secondo disco per i Pumarosa: Devastation segue solo in parte lo stile dell’esordio.

Pumarosa – Devastation

Fiction Records – 2019

I Pumarosa sono un gruppo da tenere d’occhio. Al secondo appuntamento, Devastation, dimostrano di avere tutte le carte in regola per conquistare pubblico e critica con un sound peculiare e soluzioni che danno la misura della loro cifra stilistica. Abbandonate le atmosfere psyco-post-punk del primo album, The Witch, oggi la band londinese si presenta con un look rielaborato. Strizzando l’occhio ora alla dance, ora all’elettronica con qualche spruzzata di drum’nbass.

Isabel Munoz-Newsome: un personaggio in costruzione

È lei l’anima dei Pumarosa. Lei che non nasconde la sua passione per le atmosfere notturne e complesse sfoderando testi interessanti e talvolta apocalittici. Isabel Munoz-Newsome la fa da padrona con una voce che domina sulle armonie degli undici brani che costituiscono Devastation. La front woman potrebbe stupirci in futuro per le sue doti comunicative, intense e fortemente personali. Nella sua musica mette in gioco se stessa e il proprio corpo volutamente “discusso” sui tabloid britannici.

Pumarosa – Devastation: un bel disco per le feste

Si aprono le danze con Fall Apart, un bel pezzo in stile vagamente eighties dove la base elettronica e le percussioni lasciano ben intendere su dove ci stiamo dirigendo.

 

Proseguendo incontriamo Lose Control: siamo sempre nello stesso ambito ma il ritornello è più accattivante e le sonorità si fanno più dance. Sarà che la lingua batte dove il dente duole ma, per chi scrive, ascoltando l’ennesima proposta dance-oriented di Devastation, Heaven, il paragone illustre con un qualche ottimo brano degli Everything But The Girls è irresistibilmente inevitabile. Devastation in ogni caso è decisamente un disco piacevolmente disordinato. Into The Wood scorre su una linea rock che potrebbe far sperare per il genere in questione che oggi non naviga in buone acque. Finalmente arriva alla fine la title track: una ballata fresca e celestiale dove la voce di Isabel ancora una volta fa bella mostra di sé. Nel complesso manca ancora una struttura solida per “spaccare”, ma le premesse ci sono tutte.

Pumarosa – Devastation
7.3 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Mauro Carosio

Written by

Ha suonato con band punk italiane ma il suo cuore batte per il pop, l’elettronica, la dance. Idolo dichiarato: David Byrne. Fra le nuove leve vince St. Vincent.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.