Recensione: The Lemon Twigs – Songs for the General Public
4AD – 2020

Recensione: The Lemon Twigs – Songs for the General Public

I fratelli D’Addario al terzo disco: The Lemon Twigs – Songs for the General Public.

Recensione: The Lemon Twigs – Songs for the General Public

4AD – 2020

Songs for the General Public è il terzo disco dei fratelli D’Addario aka The Lemon Twigs, ormai entrati nel cuore dei nostalgici del rock di cinquant’anni fa (anche sessanta…), come pure di quanti si sono fatti sedurre dall’abilità strumentale e dalla simpatia dell’improbabile duo. Se il secondo disco era sceso un gradino sotto l’esordio, diciamo subito che le canzoni per il grande pubblico (o per il pubblico generalista, che ci potrebbe pure stare) fanno centro almeno a tratti. Basta immergersi nelle atmosfere senza porsi troppe domande.

Le canzoni, una per una

Songs for the General Public parte con Hell On Wheels, a metà fra una qualsiasi garage band e un’imitazione di Bob Dylan ca. 1966. Carina. Attacco Byrds per Live in Favor of Tomorrow, mentre No One Holds You vira nientemeno che verso i Beatles rivisti in chiave americana. Fight è glam rock ultramelodico. Con Somebody  Loving You siamo nei territori dei Tame Impala, però più retrò. L’armonica di Moon rinvia nuovamente a Dylan, ma lo sviluppo della canzone è iper-generico, potrebbe essere chiunque. Idem per One: siamo nei territori della musica americana  radiofonica  anni ’70, però il video merita. La successiva Only A Fool si piazza fra i momenti meno ispirati dei Lemon Twigs odierni.

 

La ballatona Hog risolleva le sorti di Songs for the General Public, soprattutto se si salta la canzoncina seguente, l’inutile Why Do Lovers Own Each Other? (che già dal titolo promette male) e si arriva con Leather Together a una necessaria sferzata garage prima di rimettersi a nanna con Ashamed.

Il rock nostalgico

Insomma come si sarà capito il disco è alterno, parte bene e chiude così così, però quando ci prendono i D’Addario riesce a divertire parecchio. Lasciamo da parte la necessità o meno dei Lemon Twigs e di Songs for the General Public nel 2020: certo non è qui che si verrà a cercare il nuovo, ma in ambito rock va in questo modo per buona parte della produzione odierna, che se non guarda ai 70s è perché occhieggia gli ‘80s.

The Lemon Twigs – Songs for the General Public
7,4 Voto Redattore
0 Voto Utenti (0 voti)
Cosa ne dice la gente... Dai il tuo voto all'album!
Sort by:

Be the first to leave a review.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Show more
{{ pageNumber+1 }}
Dai il tuo voto all'album!

print
Marina Montesano

Written by

Mi piace la musica senza confini di genere e ha sempre fatto parte della mia vita. La foto del profilo dice da dove sono partita e le origini non si dimenticano; oggi ascolto molto hip-hop e sono curiosa verso tutte le nuove tendenze. Condividere gli ascolti con gli altri è fondamentale: per questo ho fondato TomTomRock.

You may also like...

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.